5 regole per una perfetta esperienza degli utenti sul sito

esperienza degli utenti sul tuo sito
06Apr, 2020

Nei giorni nostri, il mondo viaggia veloce, e per ogni azienda, indipendentemente dalle dimensioni, una buona presenza su internet è necessaria e fondamentale per garantire il successo a breve e lungo termine.

È stato dimostrato che la User Experience, letteralmente l’esperienza dell’utente che naviga sul tuo sito, è uno degli aspetti fondamentali nel rapporto cliente-fornitore. 

Se, per esempio, quando lo si crea, non si pensa a come un sito web deve essere disegnato per poter essere facilmente consultato anche dai dispositivi mobili, si commette un errore imperdonabile.

Il punto chiave per strutturare nella maniera migliore un sito aziendale è la sua comprensione. Capire obiettivi, desideri, frustrazioni e comportamento degli utenti ti permetterà di leggere in anticipo ciò che si aspettano e di garantire loro un’esperienza corretta e appagante.

Vediamo 5 regole che dovrebbero essere sempre seguite al fine di rendere la User Experience vincente, in modo da dare il giusto riconoscimento al tuo brand e alla tua attività.


1. Il posizionamento degli elementi

Nella progettazione di un sito web non bisogna mai dimenticare che la mente umana è strutturata in un modo scientifico e schematico.

La lettura degli elementi di una pagina avviene dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra. È quindi fondamentale posizionare il menù di navigazione in alto proprio per consentirne una facile fruizione.

Tieni sempre presente che le persone tendono a memorizzare e a focalizzarsi maggiormente sui contenuti posti alle estremità. 

Per questo motivo è consigliato posizionare la voce di menu home in alto a sinistra, mentre la voce contatti in fondo a destra. Le sezioni più importanti del tuo sito devono devono essere facilmente raggiungibili.

Un altro fondamentale strumento che consente di aumentare l’usabilità dei siti web è il percorso di navigazione (breadcrumb). Si tratta di una riga di testo che non solo contiene il nome della pagina che stai visualizzando, ma tutti i link interni alle sezioni che la contengono.

Alcune nostre realizzazioni:
Thomas Bandini
Thomas Bandini
Villa Luce
Villa Luce
L'Angolo dell'Arredo
L'Angolo dell'Arredo


2. Facilità di accesso alle pagine importanti

Oltre al posizionamento, la mente umana è maggiormente attratta dalle dimensioni e dalla velocità di fruizione di un contenuto. 

Il web design gioca un ruolo fondamentale in tutto questo. Se il pulsante che invita a compiere l’azione (per es. scaricare un ebook, acquistare un prodotto o inviare un modulo contatti) è piccolo o non facilmente raggiungibile, il numero delle conversioni sarà notevolmente ridotto.

Questo principio è noto come legge di Fitts ed è uno dei cardini della progettazione di un sito internet. È quindi prioritario rendere grandi e a portata di clic i pulsanti più importanti del nostro sito in modo da facilitare l’esperienza di navigazione al tuo interlocutore.

Molti programmatori adorano utilizzare pop up come strumento per focalizzare l’attenzione del navigatore. Questa potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Se l’utente non è in quel momento interessato a ciò che gli viene proposto si corre solo il rischio di infastidirlo.

I pop up interrompono la visualizzazione della pagina aperta ma non per questo non devono essere usati mai. Se c’è una promozione in corso, infatti, possono essere molto utili per comunicare al tuo utente il vantaggio di cui può approfittare.


3. Semplicità di scelta

Quando si progetta un sito è fondamentale tenere conto che l’utente ha un bisogno innato di trovare le risposte che cerca più velocemente possibile. 

Il tuo cliente vorrà anche poter effettuare un’eventuale scelta tra poche opzioni disponibili in quanto diventa molto frustrante perdersi tra miriadi di pulsanti e bottoni che non portano a ciò che si desidera. 

Questa teoria è nota come legge di Hick. È il principio per cui se in un ristorante mi trovo un menù da 100 portate andrò molto più in difficoltà nella scelta rispetto ad un menù che me ne presenta solamente 5, ma ben descritte ed invitanti.

Metti quindi in evidenza poche informazioni ma vitali, radunando magari in sottomenù o in pulsanti più defilati quelle sezioni e quelle pagine che meno di frequente vengono cercate e consultate.

Dai sempre priorità agli elementi chiave che mettono in risalto la tua attività, in questa maniera il tuo interlocutore avrà la sensazione di navigare su un’interfaccia chiara, intuitiva e determinata e troverà tutte le risposte alle sue domande.

Alcune nostre realizzazioni:
Avvocato Eleonora Gardelli
Avvocato Eleonora Gardelli
Fabio Casadei
Fabio Casadei
Piera Mazzotti
Piera Mazzotti


4. Tenere conto del disinteresse selettivo

Nel corso degli anni gli utenti sono diventati esperti navigatori del web e hanno affinato alcune capacità vitali, nella giungla delle pagine dei siti in cui si imbattono quotidianamente. Una di queste è il disinteresse selettivo ed è da tenere ben presente in fase di progettazione delle pagine web della tua attività.

Il disinteresse selettivo è la capacità, ormai acquisita dalla stragrande maggioranza degli utenti e quindi dei potenziali clienti, di selezionare automaticamente le informazioni irrilevanti e quindi di ignorarle a prescindere, rendendole di fatto invisibili all’occhio. 

È il caso ad esempio dei banner pubblicitari: alzi la mano chi è in grado di ricordare quale banner compare a lato nei siti di informazione che consultiamo.

È quindi vitale far sì che questi elementi non vadano a disturbare la vista e la fruizione dei contenuti veri, pena un’irritazione del tuo utente che potrebbe decidere di chiudere la pagina se considerata troppo fastidiosa.


5. Niente trucchetti

Molte aziende e molti siti web nel corso degli anni hanno impiegato tecniche non proprio limpidissime per indurre i clienti ad ottenere ciò che loro volevano e portarli su percorsi che da soli non avrebbero scelto. Si tratta dei cosiddetti “sentieri oscuri”, una serie di pulsanti accattivanti e messi nella giusta posizione per portare inconsapevolmente l’utente a compiere delle scelte già determinate dall’azienda.

Ora, questo sembrerebbe uno stratagemma intelligente per ottenere dei risultati, ma è stato dimostrato che a lungo andare intacca la fiducia dei consumatori verso il tuo marchio e che quindi risulta controproducente e dannoso.

Meglio quindi mettere in risalto i tuoi punti di forza onestamente e senza secondi fini, in modo da instaurare un rapporto con il cliente che sia duraturo e basato su una fiducia reciproca.

Questi 5 precetti psicologici incidono notevolmente sul modo in cui i tuoi clienti entreranno in contatto con le tue pagine digitali e con le tue applicazioni. È quindi importante tenerli bene a mente, integrarli nella creazione dei tuoi spazi digitali e garantire così una User Experience appagante e vincente che contribuirà a rendere il tuo servizio e il tuo brand la prima scelta sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *