Come fare web marketing gratis

come fare web marketing
18Apr, 2021

Oggi ti voglio mostrare come puoi realizzare un piano di web marketing completamente gratis partendo dalla creazione di nuovi contenuti per il tuo sito web.

Come vedremo sono tanti gli strumenti gratuiti a tua disposizione per fare pubblicità alla tua attività. Andiamo però con ordine, partendo da quella disciplina da cui tutto ha inizio, quella che ti permette di aumentare traffico verso il tuo sito, sto parlando del content marketing.


Content marketing: iniziamo a ricevere traffico organico gratuito

Qualunque sia la strategia di web marketing che meglio si presta per promuovere online la tua attività, tutto può avere inizio solo ad una condizione: se ricevi un buon traffico di visitatori in target sul tuo sito.

Essendo questa la prima fase del digital marketing è ancora prematuro parlare di potenziali clienti. Siamo ancora nel momento in cui il visitatore è ancora “freddo” e, il fatto che non ti conosce ancora, ti impedisce di proporgli offerte commerciali importanti.

Una delle pratiche più diffuse per quanto riguarda il content marketing consiste nel creare un blog, fare una ricerca delle parole chiave inerenti il tuo settore in grado di portare più traffico, e iniziare a scrivere articoli in ottica SEO (Search Engine Optimization).

La combinazione di queste 3 attività (se svolte in maniera corretta) è sufficiente per vedere crescere (purtroppo, molto lentamente) i visitatori del tuo sito internet.

Non importa se desideri promuovere un prodotto o servizio, questa fase del marketing ti serve per mostrare tutta la tua competenza nel settore. Devi farti conoscere, dimostrare quanti consigli utili sei in grado di fornire, far di tutto, insomma, per aumentare la tua reputazione online.

Tutto questo è ancora poco per definire in maniera completa cosa può fare in content marketing per te. Per esempio, considera la maggiore efficacia che un testo può avere se scritto con una delle tante tecniche di copywriting persuasivo di cui abbiamo parlato anche in questo blog.

Un altro importante aspetto del tuo sito web che è possibile migliorare grazie ai contenuti è la user experience.


Come migliorare la user experience del proprio sito web

Web marketing non significa solamente fare pubblicità online. Abbiamo visto che, grazie ai motori di ricerca e ad una costante creazione di contenuti ottimizzati per la SEO è possibile ottenere traffico gratis. Ora è il momento di capire come rendere la visita una piacevole e soddisfacente esperienza.

Un esempio da seguire, potrebbe essere quello del negozio online di lineonline.it. Se analizziamo la pagina dedicata alle stufe a pellet abbiamo tanti interessanti spunti di riflessione su come aiutare un nuovo cliente:

  • la pagina inizia con un’ampia descrizione (nascosta in parte con il classico bottone “leggi di più”) della famiglia di prodotti
  • come nel marketing tradizionale in cui il commesso ti chiede alcune domande per essere in grado di mostrarti solo i prodotti che realmente possono interessarti, viene dedicata una fascia alla scelta del tipo di ambiente che desideri riscaldare
  • se il visitatore, invece, ha le idee un pochino più chiare, allora potrebbe selezionare ciò che vorrebbe vedere selezionando il tipo di prodotto che sta cercando
  • in caso contrario, accetta di buon grado di visionare solamente i prodotti più venduti, affidandosi, quindi, alle scelte fatte dagli altri clienti del sito
  • in un settore come quello delle stufe a pellet, in cui il ventaglio dei prezzi è molto ampio, una prima scrematura potrebbe essere fatta semplicemente chiedendo il budget che il cliente ha a disposizione
  • un ultimo caso preso in considerazione è quello in cui il visitatore conosce già una precisa marca di prodotti, perché magari in precedenza si era già trovato bene con essa o perché gli è stata suggerita da un amico


Con l’email marketing puoi ora fidelizzare i tuoi clienti

Un altro strumento gratuito per fare pubblicità online è la newsletter. In un altro articolo di questo blog abbiamo visto come sfruttare Mailchimp e l’email marketing se hai un ristorante. Nel caso di un ecommerce, invece, potresti incentivare, con uno sconto, l’iscrizione alla newsletter e sfruttare questo canale per far conoscere i nuovi arrivi.

Grazie al content marketing, al copywriting persuasivo e alla ricerca di una elevata user experience, quindi, hai la concreta possibilità che questi visitatori, che hanno raggiunto il tuo sito, hanno trovato in esso ottimi consigli e si sono sentiti a loro agio, ti lascino la loro email.

Con questo contatto i tuoi clienti (o potenziali tali) possono essere fidelizzati attraverso l’email marketing.

Grazie alla newsletter, infatti, hai la possibilità, a costo zero, di raggiungere e informare i tuoi iscritti, di tutte le novità che ti riguardano.

Si tratta ovviamente di uno strumento che deve essere utilizzato con moderazione, se non vuoi che, dopo poco, tutti di cancellino infastiditi.

Se hai un ristorante, allora leggi anche l’articolo che abbiamo scritto su come fare pubblicità ad un ristorante. Troverai 10 interessanti casi di successo da cui prendere ispirazione.


Utilizza il social media marketing nel modo corretto

Come ben saprai credere che Facebook e Instagram siano strumenti di marketing gratuiti è una pura illusione. Se vuoi raggiungere un numero elevato di persone non puoi fare a meno di utilizzare le inserzioni a pagamento.

Detto questo, vediamo quale dovrebbe essere il modo corretto di utilizzare i social all’interno del tuo piano di web marketing.

I dubbi più comuni di questo particolare settore riguardano il giusto budget che deve essere destinato ad una campagna pubblicitaria su Facebook al mese, o se sia possibile vendere online direttamente utilizzando i social.

Le teorie sono talmente tante che è difficile dire quale sia quella giusta, soprattutto perché ogni caso è diverso dall’altro.

Anche se, quindi, non esistono vere e proprie regole, va comunque riconosciuta l’efficacia dei social network se utilizzati all’interno di un più completa strategia di web marketing.

È infatti impensabile, oggi, credere di poter utilizzare solo Facebook per promuovere la propria attività online.

Questo non dipende dalle caratteristiche particolari di questo social network, ma dal fatto che oggi internet è così alla portata di tutti (grazie anche agli smartphone) che è cambiato il modo di approcciarsi all’acquisto.

Il processo decisionale del cliente (buyer’s journey) è diventato così articolato che è necessario sfruttare ogni canale di marketing per avere il massimo del risultato.

In questo panorama i social network hanno un ruolo decisivo: non solo il modo più rapido per il customer care (l’assistenza ai clienti), ma ti consentono di tenere sempre vivo il contatto con il tuo pubblico.

Dimostra di essere sempre attento e vicino al tuo cliente, intrattienilo con qualche curiosità. Poniti come amico, mai come venditore.


Come fare referral marketing e premiare i clienti che nel web parlano bene di te

come fare referral marketing e premiare i clienti che nel web parlano bene di te

Come spiegare con parole semplici cos’è il referral marketing?

È una situazione vantaggiosa per tutti:

  • Tu hai uno strumento gratuito per fare web marketing per la tua attività.
  • Il tuo cliente ottiene una ricompensa per aver pubblicizzato sui social il prodotto appena acquistato da te.
  • L’amico del tuo cliente può contare su una raccomandazione da una fonte attendibile e avvicinarsi alla tua attività con più fiducia.

Come mai, allora, questa strategia in cui tutti ci guadagnano non viene sempre applicata?

Uno dei problemi principali è che, se non incentivato, il tuo cliente si dimentica di parlare di te ai propri amici.

Ecco alcuni esempi di come fare referral marketing sul web con successo (e gratis). Li ha raccolti Oberlo in un articolo (in inglese).

Dropbox, all’inizio, ha dovuto affrontare un problema molto comune: far crescere il numero dei propri clienti.

Per far questo ha deciso di attivare delle campagne su Google Ads. Il risultato? Il costo per acquisire un nuovo cliente era di 388 $. Il loro prodotto, invece, era in vendita a 99 $.

Come è uscita da questa situazione fallimentare?

Proprio grazie al referral marketing: in soli 15 mesi è passata da 100 mila clienti a 4 milioni!

L’idea era geniale ma molto semplice: “Invita i tuoi amici su DropBox e avrai uno spazio aggiuntivo di archiviazione fino ad un massimo 16 GB” (500 MB per ogni amico iscritto).

La stessa Amazon Prime si è affidata a questa strategia offrendo un buono di 5$ per ogni amico che si iscriveva programma grazie a te e effettuava un acquisto di almeno di 5$.

Qui trovi altri 80 storie di successo.

Scopri come creare un programma di referral per il tuo shop con WooCommerce grazie a ReferralCandy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *