Email marketing per ristoranti al top con Mailchimp

Mailchimp e l'email marketing
10Apr, 2021

Oggi parliamo di come sfruttare un ottimo strumento di email marketing per ristoranti: Mailchimp. Proveremo a scoprire come rendere il tuo locale un vero e proprio punto di riferimento per i clienti e fare in modo che il tuo giro d’affari possa essere potenziato.

 

Perché sfruttare Mailchimp e l’email marketing

Prima di iniziare ad analizzare tutte le potenzialità che ti vengono offerte da Mailchimp e soprattutto come impostare nel migliore dei modi la tua campagna di email marketing, devi necessariamente ricordarti il perché sfruttare l’email marketing rappresenti una strategia vincente per tutte le tue esigenze.

Questo metodo pubblicitario è efficace in quanto:

  • risulta essere abbastanza diretto;
  • ti consente di scegliere i destinatari giusti in base alle loro preferenze;
  • ti offre l’occasione di fidelizzare meglio i tuoi clienti;
  • fa in modo che il messaggio pubblicitario venga recepito dal tuo cliente senza alcuna difficoltà;
  • previene quella sensazione di messaggio standard, visto che, potendo essere personalizzato, farai in modo che il cliente si senta preso in considerazione.

Grazie a tutti questi vantaggi potrai facilmente notare come questo tipo di strumento rappresenti un’ottima scelta per promuovere la propria attività.

Mailchimp funziona come organizzatore delle tue campagne marketing tramite mail. In particolare, ti facilita i seguenti compiti:

  • creazione di messaggi di posta elettronica grazie a template grafici molto accattivanti
  • programmazione dell’invio
  • diversi altri aspetti che spesso tendono a essere complessi e soprattutto difficili da dover fronteggiare

Grazie a Mailchimp potrai quindi evitare di commettere una serie di errori e soprattutto di tramutare la tua campagna in comune spam. Mailchimp, infatti, ti consente di realizzare una campagna in grado di superare con buona probabilità i diversi filtri antispam e di raggiungere, senza grosse difficoltà, la casella di posta elettronica del tuo cliente.

Ma vediamo nello specifico come impostare questo strumento per rafforzare la strategia di web marketing del tuo ristorante.


La raccolta dei dati per la tua campagna di email marketing

Prima di creare una campagna di email marketing, devi effettuare la raccolta dei dati personali dei tuoi clienti. Oltre all’indirizzo di posta elettronica, sarebbe meglio avere, per ogni iscritto alla mailing list, anche nome, cognome e alcuni tag (caratteristiche comuni) che li rappresentano.

Per la raccolta delle mail e dei dati personali dei tuoi utenti puoi usufruire di una serie di strategie.  Per esempio, puoi inserire la funzione di sottoscrizione alla newsletter direttamente dal sito web del tuo ristorante. In questo modo i tuoi clienti potranno facilmente lasciare il loro indirizzo per essere sicuri di non perdere nessuna novità sul tuo locale.

Puoi anche offrire ai clienti un cartoncino nel quale lasciano la loro mail dopo aver consumato il pasto, chiedendo loro di esprimere giudizi sinceri e consigli per migliorare il servizio.

Inoltre potrai ottenere questi dati anche in altri modi, per esempio:

  • chiedendo la mail per la prenotazione online dei vari tavoli
  • offrendo ai tuoi clienti la consegna a domicilio gratuita dopo essersi sottoscritti alla newsletter
  • offrire a tutti gli iscritti alla mailing list degli sconti periodici

Ricordati sempre che queste operazioni devono essere volontarie e non assolutamente forzate. Non esiste un modo migliore in assoluto. Ogni azione di raccolta dati può essere utile, ma tutto dipende dalla gentilezza e dalla educazione con cui la metti in pratica.


Il contenuto dell’email

A questo punto, devi realizzare una lista con i vari contatti ai quali inviare le tue prossime email.

Quando crei una lista devi tenere conto:

  • delle passioni che mettono in comune i vari clienti
  • delle loro preferenze
  • da quale pagina web o social network si sono iscritte
  • delle differenti tipologie di commenti espressi

Tutti questi gruppi di target di permettono di creare messaggi mirati. I nuovi clienti, per esempio, non si sentiranno spaesati se, comunicando con loro, racconterai qualche aneddoto del tuo ristorante. I tuoi clienti abituali, invece, troverebbero queste stesse informazioni una noiosa ripetizione.

Ricordati che, nel contenuto dell’email, devi sempre riportare alcuni fondamentali elementi:

  • l’indirizzo del tuo locale
  • gli orari di apertura
  • i differenti tipi di menù
  • link ai tuoi social media
  • promozioni attive in quel momento
  • eventi speciali in programma
  • la call to action (per es. “prenota ora”)
  • il link per cancellarsi dalla mailing list


Tu e il rapporto coi clienti

Per fare in modo che il tuo ristorante vada a gonfie vele devi rendere partecipi gli stessi clienti.

Questo significa che devi stimolarli affinché loro lascino commenti e soprattutto compiano delle azioni che hanno uno scopo ben preciso, ovvero commentino e condividano tutte le tue operazioni di marketing.

Permetti loro di lasciare valutazioni sul tuo ristorante e fai in modo che loro possano sentirsi come parte integrante del tuo successo. Un cliente che viene periodicamente interpellato e che ha il potere di esprimere il suo parere sarà maggiormente felice e soprattutto si sentirà preso in considerazione da parte tua.

Quando mandi una mail con Mailchimp e cerchi di impostare la tua campagna marketing ricordati sempre:

  • di essere amichevole, cordiale e professionale
  • di puntare soprattutto sulle reazioni emotive (positive) dei clienti
  • premiali per il loro impegno e contributo 

Pertanto sfruttare Mailchimp rappresenta un’ottima soluzione che rende meno stressante la creazione di una strategia marketing.


Una buona strategia di email marketing per ristoranti parte dalla segmentazione del proprio pubblico per proporre offerte personalizzate

offerte personalizzate email marketing per ristoranti

Mano Behera di The Digital Restaurant ha scritto un articolo (in inglese) che ho trovato davvero molto interessante. Credo possa aiutarti se stai cercando il modo più efficace per realizzare una campagna di email marketing per ristoranti.

In questo paragrafo, e nei successivi, ti riporto le strategie che mi sono sembrate più interessanti.

La prima consiste nell’offrire promozioni personalizzate.

Come fare? Segmentando il tuo pubblico.

Non tutti i clienti del tuo ristorante, infatti, sono uguali.

C’è chi ama scoprire novità che proponi, chi, al contrario, viene nel tuo locale per il suo piatto preferito.

Ci sono i clienti più fedeli e quelli che ospiti solo saltuariamente.

Alcuni di loro sono particolarmente sensibili alle offerte e si presentano solo al tuo ristorante solo quando possono approfittare di sconti o promozioni particolari.

Cosa ti suggerisce di fare questa strategia?

Di suddividere i tuoi iscritti alla newsletter in tanti insiemi (segmenti di pubblico).

Ad ogni segmento la propria offerta personalizzata.

Il risultato è abbastanza ovvio: i tuoi messaggi verranno aperti con una frequenza molto maggiore. I tuoi iscritti, infatti, impareranno che li contatterai solo per informarli di novità di loro interesse.

Scopri quali sono le opzioni di segmentazione offerte da Mailchimp.

Come avrai notato sono davvero tantissime!

Un consiglio? Utilizza i tag! Scopri come utilizzare i tag con Mailchimp per segmentare il tuo pubblico (audiences).


Ricorda ai tuoi clienti ciò che hanno visto sul tuo sito attraverso il retargeting

retergeting cliente ristorante tramite email

Questa strategia di email marketing per ristoranti si suddivide in 2 fasi:

  • l’acquisizione dell’indirizzo email dei tuoi visitatori
  • l’invio di un promemoria automatico trascorso qualche giorno dalla loro ultima visita

Per quanto riguarda l’acquisizione dell’email dei tuoi visitatori, il suggerimento è di creare un’offerta ad hoc sul sito web del tuo ristorante.

Per esempio, puoi proporre l’invio di un coupon di 5€ tramite email. In questo modo, i tuoi clienti saranno “costretti” a lasciarti la loro email per ricevere l’invitante coupon.

Puoi scegliere altre “esche” per attirare l’attenzione dei tuoi visitatori ed invitarli a lasciarti la loro email.

Se fai servizio di consegna a domicilio o di asporto, per esempio, puoi approfittarne per chiedere ad ogni ordine anche l’indirizzo email.

Per la seconda fase di questa strategia di email marketing per ristoranti è necessario configurare Mailchimp e collegarlo al tuo sito web.

Tra i vari passaggi che devi compiere, ti verrà anche chiesto dopo quante ore desideri che venga inviato un messaggio automatico alle persone che hanno visitato una delle tue pagine.

Puoi scegliere il contenuto della mail e decidere se mostrare al suo interno, oltre al prodotto visionato in precedenza, anche altri suggerimenti o particolari promozioni per invogliare il cliente.

Per capire più nel dettaglio come ricordare alle persone le cose fantastiche che hanno visto sul tuo sito ed invitarle a fare un acquisto (o un’altra azione), visita la pagina dedicata al retargeting di Mailchimp.

Vuoi approfondire questo argomento? Sapevi che il marketing predittivo è meglio del remarketing? Scopri, allora, quando utilizzare il marketing predittivo all’interno della newsletter.


Un’altra utile strategia di email marketing per ristoranti: utilizza Mailchimp per raccogliere le recensioni dei tuoi clienti

strategia di email marketing per ristoranti per ricevere recensioni

Anche in questo caso ti invito a leggere la guida di Mailchimp sul modo migliore per ottenere recensioni dai tuoi clienti.

Senza scendere troppo nei meccanismi e nei dettagli tecnici per impostare l’automatismo che rende possibile questa strategia di email marketing per ristoranti, capiamone insieme la sostanza.

Probabilmente all’interno del tuo sito avrai già un modulo per consentire ai tuoi visitatori di effettuare la prenotazione di un tavolo online.

Ottimo! Perché è proprio in seguito alla compilazione di questo modulo che prende il via questo automatismo.

Se effetti consegne a domicilio il discorso non cambia.

Ciò che serve, in sostanza, sono i dati del tuo cliente (nome ed email) e la data (del pranzo, della cena o della consegna a domicilio).

Seguendo la guida di Mailchimp per l’invio di email come follow-up hai la possibilità di personalizzare questo automatismo.

Per esempio, puoi decidere di far partire una email al tuo cliente il giorno dopo che si è recato presso il tuo ristorante e chiedere una recensione sulla sua esperienza.

Non sono di certo io a doverti spiegare l’importanza delle recensioni dei clienti per un ristorante:

  • Permettono di capire cosa funziona e cosa invece deve essere migliorato
  • Aumentano la notorietà del ristorante se lasciate in portali molto visitati come TripAdvisor


Crea un pubblico personalizzato per le tue campagne su Facebook con gli indirizzi email dei tuoi clienti

pubblico personalizzato da elenco clienti ristorante

Ormai sei consapevole del fatto che possedere le email dei clienti del tuo ristorante ha un enorme valore.

Questo elenco, oltretutto, puoi sfruttarlo anche per una tua pubblicità mirata su Facebook.

Immagino tu sappia già che la visibilità organica su Facebook si è ridotta al minimo. Senza promuovere un post, infatti, è molto difficile che riesca a raggiungere tutti i tuoi followers.

L’unica soluzione percorribile è quella di spendere soldi e di fare una sponsorizzata.

Non ti piacerebbe, tuttavia, risparmiare un po’ e avere la certezza di mostrare le tue inserzioni esclusivamente ai tuoi clienti?

Non si tratta di una strategia di email marketing per ristoranti per allargare i loro clienti. Ma è comunque un consiglio molto interessante di cui voglio parlarti.

Hai la possibilità di creare post che parlano direttamente agli utenti di Facebook che già ti conoscono e hanno dimostrato interesse nei tuoi confronti.

Se non sai come fare leggi la guida di Facebook per creare un pubblico personalizzato da un elenco di clienti.

Inoltre, grazie a Zapier, hai la possibilità, in automatico, di aggiungere i nuovi iscritti a Mailchimp al pubblico personalizzato di Facebook.

Se sei già un po’ esperto di campagne su Facebook probabilmente ti starai chiedendo quale utilità può avere tutto questo se già hai installato il Pixel di Facebook sul tuo sito.

Sono due cose molto simili ma hanno una sottile differenza: dopo 180 giorni, le persone che compongono il tuo pubblico personalizzato dal sito web verranno rimosse a meno che non accedano nuovamente al tuo sito web. Limite temporale che non hai con la tua lista clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.