Shops: ora è più facile vendere con Facebook

Ink Meets Paper testimonial di Facebook Shops
04Apr, 2021

Proprio nel momento in cui, nel mondo, tutte le piccole attività locali stanno avendo grandi difficoltà economiche per via del Covid-19 arriva Shops, il nuovo strumento che permetterà di vendere più facilmente i propri prodotti su Facebook.

Si tratta di una vera e propria evoluzione della funzione vetrina che già conosci. Questo social commerce, però, è attualmente in fase di lancio e ancora non è chiaro quando arriverà anche in Italia.


Vendere con Facebook Shops: Alla ricerca di una esperienza di acquisto senza intoppi

L’obiettivo di Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook, è molto chiaro: tutto il processo di acquisto deve avvenire in maniera molto fluida e all’interno delle piattaforme Facebook (Facebook, Instagram e WhatsApp).

Per quanto riguarda il pagamento all’interno di questo shop online è prevista la possibilità, da parte del cliente, di salvare le proprie informazioni. In questo modo è possibile ottenere tassi di conversione molto più elevati ed eliminare, in gran parte, il problema dei carrelli abbandonati.

Per aiutare il cliente durante la scelta del prodotto da acquistare è possibile fornire assistenza, da parte del negoziante, utilizzando WhatsApp, Messenger e Instagram Direct.

Nei prossimi mesi questa vetrina virtuale sarà in grado di aiutare molti negozi fisici consentendo loro di essere vicini ai propri clienti e di vendere con Facebook Shops.

Facilitando il processo di acquisto anche attraverso nuove ads, sarà molto più semplice effettuare acquisti direttamente dalla pagina Facebook dell’attività. Secondo una recente statistica, infatti, circa l’8% degli acquisti effettuati tramite smartphone è di natura impulsiva. Una nuova funzione che rende l’acquisto ancora più semplice, quindi, non può che essere di grande aiuto, soprattutto in un periodo come quello attuale.


Facebook Marketplace, checkout su Instagram e WhatsApp Business: qualcosa si stava muovendo

Nel 2016 abbiamo assistito alla nascita di Facebook Marketplace, nel 2018 è stata introdotta la possibilità di fare acquisti direttamente da Instagram e nel 2019 su WhatsApp Business è stata inserita la funzione catalogo.

C’era da aspettarsi quindi, l’arrivo di una novità sul social network di Menlo Park, rivolta alle piccole attività.

Facebook Shops è collegato alle pagine aziendali e ai profili Instagram. Si tratta di un vero e proprio strumento per creare il proprio shop online, con diverse possibilità di personalizzazione. Come già detto la possibilità di effettuare il pagamento direttamente su Facebook è abilitata solo per le attività degli Stati Uniti.


Potrai vendere i tuoi prodotti in tempo reale durante una live su Facebook o Instagram

Un’altra novità introdotta da Facebook Shop è la funzione Live Shopping che consente a negozianti o influencer di realizzare vendite online durante una diretta streaming.

Nella parte inferiore dello schermo, infatti, durante il video, gli spettatori avranno la possibilità di cliccare sui vari prodotti esposti per ricevere maggiori informazioni, ma anche per effettuare l’acquisto diretto.


Oggi, più che mai, diventa importante rafforzare la tua brand identity

Fino a questo punto dell’articolo ti ho elencato una serie di novità che avrai trovato sicuramente positive per la tua attività commerciale. Effettivamente si tratta di dover avere ancora un po’ di pazienza in quanto ancora non è chiaro quando queste nuove funzionalità saranno disponibili anche per le pagine Facebook in Italia.

Avrai intuito che la possibilità di creare una propria vetrina online per i tuoi prodotti, in maniera molto semplice e veloce, è ormai una realtà.

Ciò che forse ti sarà sfuggito è l’insieme di tutte quelle attività che precedono la vendita: una chiara strategia di marketing che sia in grado di farti conoscere ad un pubblico sempre più vasto.

La brand awareness è l’attività online più importante per il tuo negozio. Per capirci, soprattutto in un periodo di trasformazione come quello attuale, è in grado di decidere le sorti della tua vetrina virtuale. Di questo ne sono fermamente convinto, ed è questa la strategia che è alla base di ogni e-commerce realizzato a Forlì Cesena dalla nostra startup.


Come vendere su Facebook e trovare potenziali clienti grazie alla targetizzazione ampia, impariamolo da Snocks

snocks esempio di come vendere su Facebook

Se non ti fosse chiara cos’è la targetizzazione ampia, ecco una breve introduzione.

Esistono due approcci generali che puoi seguire per creare un pubblico di destinazione: specifico e ampio.

Con la targetizzazione ampia ti affidi al sistema di pubblicazione di Facebook per trovare le persone migliori a cui mostrare la tua inserzione. Si tratta di un buon approccio se non sei sicuro di quale pubblico targetizzare.

Ad esempio, un’azienda che pubblica una campagna per aumentare la notorietà del brand su larga scala dovrebbe usare una targetizzazione ampia.

Snocks è un’azienda tedesca nata nel 2016. Inizialmente si era concentrata sulla vendita online di calzini, successivamente ha ampliato l’offerta del suo e-commerce con biancheria intima, magliette e felpe.

L’obiettivo della sua campagna su Facebook era quello di aumentare le vendite e la propria notorietà.

La strategia per vendere su Facebook adottata da Snocks è stata quella di iniziare con una campagna di 3 mesi alla ricerca di clienti di alti valore.

Ha scelto inizialmente un sistema di pubblicazione con targetizzazione ampia, coprendo tutta la Germania e l’Austria.

Successivamente ha creato nuovi segmenti di pubblico simili partendo dal gruppo di clienti con un elevato valore del carrello, acquirenti di prodotti specifici e clienti abituali.

Per rendere ancora più accattivanti i post pubblicitari, oltre alle foto ed ai caroselli, Snocks ha utilizzato le esperienze interattive di Facebook, precedentemente conosciute come Canvas.

Come ultima attività ha creato una campagna di retargeting su Facebook. Con lo scopo di mostrare i loro prodotti a tutte quelle persone che li avevano messi nel carrello ma non acquistati.

Leggendo i risultati di questa campagna capirai come mai ho voluto citarla come esempio da seguire se vuoi vendere su Facebook: aumento delle vendite di 4,2 volte rispetto al trimestre precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *