Come Instagram sul proprio sito web può migliorare la SEO

seo instagram
04Apr, 2021

In questo articolo desidero parlare dei vantaggi che ogni attività locale può avere, in termini di visibilità, se decide di inserire Instagram sul proprio sito web.

In passato abbiamo scritto alcune guide pratiche che potrebbero esserti molto utili, suddivise per categorie. Partiamo quindi da qui per introdurre l’argomento di oggi.


Le guide sull’utilizzo di Facebook e Instagram che puoi trovare in questo blog

guida instagram per gelaterie

All’interno del nostro blog abbiamo raccolto alcuni consigli su come utilizzare al meglio i social network se possiedi un’attività locale.

Per esempio, abbiamo visto come il primo passo verso il successo di una gelateria sia farsi conoscere.

I social network sono il canale di comunicazione prediletto dai giovani o giovanissimi, che amano condividere immagini e foto, soprattutto di cibo e bevande. Per questo motivo, se hai un’attività di street food, scopri come pubblicare offerte mirate al giusto target.

Anche un piccolo bar ha la possibilità di innescare un passaparola su Facebook, ma per farlo è necessario avere una strategia chiara e ben delineata.

Forse ancora non lo sapevi, ma hai la possibilità di utilizzare lo strumento di Facebook “inserzioni per acquisire clienti”, ideale per centri estetici e non solo. L’obiettivo è di farsi lasciare un contatto per poi iniziare a classificarne il profilo e procedere con un’azione di promozione mirata.

Se hai un negozio di abbigliamento, puoi sfruttare i codici sconto per ottenere contatti di nuovi potenziali clienti grazie alle inserzioni di Facebook.

Anche se le incognite sono ancora tante, è possibile che tra non molto Messenger, Instagram e WhatsApp saranno una cosa sola. Senza addentrarmi troppo nell’argomento, anche per evitare di fare inutili previsioni, una cosa è chiara: per la visibilità della tua attività locale l’ideale è lavorare su tutte queste piattaforme.

Se oltre a Facebook e Instagram vuoi capire come WhatsApp Business può essere utile per la tua attività ti lascio alle tante guide pubblicate in questo blog.

Forse non lo sapevi, ma grazie a Swimme puoi usare Facebook proprio come un sito web. In altre parole, puoi avere tutti i vantaggi di un sito web senza rinunciare alla semplicità ed alla praticità dei social network.


Un feed di Instagram sulla home page è utile per la SEO? Le risposte su Quora

risposte sulla seo su quora

Vediamo ora le risposte più interessanti che sono state date su Quora alla domanda: “Un live feed su Instagram sulla home page del mio sito web è utile per la SEO?”

Se su Instagram pubblichi dei contenuti che possono essere di interesse per i visitatori del tuo sito web, o, comunque, riescono nell’intento di intrattenerli, allora possiamo dire che questo comporta un diretto miglioramento della valutazione della pagina. Google, infatti, utilizza il tempo medio di permanenza sulla pagina per comprendere se e quanto piace, o risulta utile, ai suoi visitatori.

Come forse saprai, un altro fattore che determina il posizionamento di una pagina all’interno dei risultati di ricerca, è la frequenza di rimbalzo. Se il tuo feed incuriosisce i tuoi visitatori fino a spingerli a cliccare sull’anteprima per vedere la foto più in grande (o il video) allora salirà anche il numero di interazioni della pagina stessa, con una conseguente diminuzione dei “rimbalzi”.

Anche se non viene ravvisato alcun beneficio diretto, le risposte di Quora riprendono un concetto comune: se il feed è interessante allora a beneficiarne sarà la user experience.

Infine, anche se questo aspetto è al centro di un intenso dibattito, anche le interazione sui profili social hanno un effetto positivo sulla SEO.

Che la “riprova sociale” sia molto importante, soprattutto per un’attività locale, è, a mio avviso, molto evidente. Forse, direttamente, non avrai mai avuto occasione di averne una dimostrazione per quanto riguarda social come Facebook o Instagram, ma pensa al potere che hanno, invece, le recensioni su Google Maps. 

Probabilmente tu non lo consideri un social network, se hai un’attività locale, ti invito a leggere a cosa servono i post su Google My Business e come usarli al meglio


Con quali parole chiave vorresti essere ai primi posti su Google col tuo sito grazie ad Instagram?

trovare le parole chiave dei competitor

Se finora abbiamo visto diversi aspetti che fanno concretamente pensare che avere il feed di Instagram sul proprio sito web dia una mano anche alla SEO, ora è il momento di entrare più nel dettaglio.

Ci dobbiamo accontentare del “male di certo non fa” o è possibile ottenere di più?

Ragioniamo ora sulle parole chiave, ovvero, sulle ricerche su Google in cui vorresti che il sito web della tua attività comparisse.

Mettendoti nei panni di un tuo potenziale cliente dovresti riuscire ad elencare un primo gruppo di parole.

Il suggerimento che ti voglio dare, per aggiungere altri termini alla tua lista, è quello di “spiare i tuoi competitor”. Non si tratta di nulla di illegale. E non è neppure un “trucco per fregare Google”, una tecnica “black hat” seo.

Come faccio ad esserne così sicuro? Lo strumento di cui ti parlo è lo strumento di pianificazione delle parole chiave di… Google!

Seguendo il link puoi trovare le istruzioni per trovare idee per nuove parole chiave. Per accedere a questo strumento è necessario possedere un account Google, se non lo possiedi puoi crearlo gratuitamente.

Esistono diversi strumenti online per spiare le parole chiave e gli annunci pubblicitari utilizzati dai tuoi concorrenti su Google, ma sono tutti a pagamento. Alcuni forniscono risultati gratuitamente, ma solo parziali.

Ecco, in sintesi, come utilizzare lo strumento gratuito di Google:

  1. Accedi all’account Google Ads. 
  2. Fai clic sull’icona degli strumenti e poi su Strumento di pianificazione delle parole chiave nella sezione “Pianificazione”.
  3. Fai clic su Individua nuove parole chiave.
  4. Clicca su “Inizia con un sito web”
  5. Inserisci il sito web del tuo concorrente e Google cercherà parole chiave correlate ai contenuti di quel sito. 
  6. Fai clic su Risultati.


Come organizzare i contenuti di Instagram per la SEO del tuo sito web (con o senza WordPress)

organizzare contenuti instagram su wordpress

Fino a questo punto abbiamo visto come:

  • Instagram è indispensabile per promuovere online un’attività locale
  • inserire all’interno della tua home page i tuoi ultimi post pubblicati su Instagram non faccia male alla SEO, anzi… 
  • è importante conoscere le parole chiave utili per la tua attività e che, magari, proprio i tuoi concorrenti stanno utilizzando

A questo punto è evidente che, se vogliamo sfruttare al massimo i contenuti che pubblichiamo su Instagram, dobbiamo organizzarli a dovere.

E qui entra in gioco la tassonomia

Su WordPress, per esempio, esistono 2 strumenti per raggruppare tra loro articoli che fanno parte dello stesso argomento: le categorie e i tag.

Come puoi leggere in questo articolo del blog di Yoast, un utilizzo scorretto di questi strumenti non solo non è efficace, ma, addirittura, molto dannoso.

A proposito di uso scorretto di hashtag su Instagram, per evitare errori che potrebbero compromettere la visibilità del tuo profilo, dai un’occhiata alla guida agli hashtag di Hootsuite, o a quella di Andrea Postiglione

Tornando al nostro sito web (non per forza realizzato in WordPress), possiamo trovare una somiglianza tra i tuoi post di Instagram e gli articoli di un blog o i prodotti di un e-commerce. Si tratta di contenuti che “invecchiano” e col passare del tempo perdono di valore (quando, per esempio, un evento è terminato o un capo di abbigliamento venduto).

Raggruppare questi contenuti non solo permette di ordinarli, ma, a livello SEO, di dare più importanza alle loro raccolte (che non “scadranno” mai) e di evitare una “competizione interna”.

A questo punto dovrebbe essere tutto più chiaro: il miglior modo per inserire i post di Instagram sul proprio sito web per la SEO è di organizzarli all’interno di archivi (pagine) di tassonomia (le parole chiave!). In questo caso Swimme potrebbe fare al caso tuo!


I 5 migliori plugin WordPress per Instagram gratuiti

migliori plugin WordPress per Instagram gratuiti

Joe Fylan di aThemes ha recentemente stilato una classifica (in inglese) con i migliori plugin per integrare Instagram sul tuo sito WordPress:

  • Smash Balloon Social Photo Feed. È uno dei plugin gratuiti più popolari: vanta oltre 1 milione di installazioni attive ed una buona valutazione da parte degli utenti. Sono davvero tante le impostazioni di cui puoi disporre, come, ad esempio, la larghezza e l’altezza delle foto, il numero delle immagini da visualizzare, ecc.
  • Spotlight Social Media Feeds. Il processo di configurazione in tre passaggi rende questo plugin gratuito ideale per chiunque cerchi un modo semplice e veloce per integrare il proprio sito web WordPress con Instagram.
  • Feed Them Social – for Twitter feed, Youtube and more. non funziona solo con Instagram, ma anche con Facebook, Twitter e YouTube. Se preferisci utilizzare un solo plugin per visualizzare i contenuti dei tuoi vari profili social, questo potrebbe essere la scelta giusta.
  • WPZOOM Social Feed Widget. Puoi aggiungere questo widget nella barra laterale del tuo sito, nel piè di pagina, ma anche all’interno di post e pagine. È compatibile con qualsiasi tema di WordPress e, grazie al lazy load, non rallenta la velocità del tuo sito.
  • Enjoy Social Feed plugin for WordPress website. Da segnalare le opzioni di visualizzazione delle foto in griglia o a carosello. Inoltre, grazie agli shortcode, puoi facilmente inserire un feed di contenuti nei tuoi post e nelle tue pagine.